Blog

Torna “La canzone di Napoli”

immagine

Appuntamento con la grande canzone classica napoletana. Partirà venerdì 27 aprile (ore 20.30) presso il Centro di cultura “Domus Ars” (Via S. Chiara 10/C, Napoli) la rassegna “La canzone di Napoli”, viaggio attraverso la musica e la canzone partenopea guidato da Peppe Napolitano ed i Nuovi Cantori di Napoli.

Peppe Napolitano – accompagnato da Michele De Martino al mandolino e Paolo Propoli alla chitarra – si esibirà in un repertorio che spazia dalle villanelle del ’500 alla canzone digiacomiana e postdigiacomiana, ricostruendo il percorso della tradizione canora partenopea nella sua forma più rigorosa.

La manifestazione – organizzata dalle Associazioni “Il canto di Virgilio” e “Teatro stabile della canzone napoletana” – proseguirà per altri 2 venerdì: 4 maggio e 11 maggio (costo del biglietto: 10 euro).

Per informazioni e prenotazioni: tel. 081 3425603 – 3388615640 – infoeventi@domusars.it

 

 

 

Peppe Napolitano

“Una voce porosa come il tufo”. E’ così che il critico Pietro Gargano ha definito Peppe Napolitano, uno dei più autorevoli interpreti della canzone napoletana classica.

Dal Vokal Festival di Dortmund al Festival “Les Allumees” di Nantes, dai concerti all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi e all’Università di Lione a quelli tenuti presso l’Ambasciata di Algeri, il British Museum din Londra, il Maxim Gorki Theater di Berlino, la Casa della Letteratura di Monaco di Baviera. Da oltre 20 anni Peppe Napolitano è ambasciatore della canzone napoletana classica nel mondo, con un approccio rigoroso e libero da oleografia e folklore.

“Una voce porosa come il tufo”

“Peppe non ha una “bella” voce, nè una voce “nera” o potente, ma a mio parere semplicemente perfetta. E’ una voce soffiata e velata, dotata di una necessità interpretativa inconfutabile” (Moni Ovadia)

“Peppe has neither a “beautiful” voice, nor a “black” or powerful voice, but I think it’s simply perfect. It’s a hissing and muted voice, endowed with an irrefutable need for interpretation” (Moni Ovadia)